Crea sito

30-31 agosto e 1-2 settembre 2018

Il festival si svolgerà dal 30 agosto al 2 settembre 2018 con moltissime attività:

  •  tre spettacoli che saranno proposti a Trento (Giardini Santa Chiara), Arco (Piazza Segantini) e Pergine Valsugana (Nuovo Teatro Comunale) con la partecipazione di artisti di livello internazionale provenienti da paesi dell’Africa dell’Ovest che presenteranno un repertorio di canto, musica e danza tradizionale. Gli spettacoli saranno incentrati su una performance di musica e danza tradizionale con la rappresentazione delle maschere tradizionali della Guinea (Komadenu, Kunden e Dan) che renderanno lo spettacolo unico nel suo genere, dando l’opportunità di avvicinare e conoscere una realtà geograficamente e culturalmente lontana, quale appunto quella dell’Africa Occidentale ed in particolare della Guinea, per apprezzarne lo straordinario patrimonio artistico e culturale. In particolare il concerto che si terrà a Pergine Valsugana sarà proposto in collaborazione con ariaTeatro e con l’associazione CUAMM – Medici per l’africa trentino, che in quell’occasione festeggerà i 25 anni di attività ed esporrà i risultati del suo impegno nel campo dei progetti di cooperazione.

 

  • aperitivo a Trento con l’autore del libro “L’avventure est dure. Un guineano si racconta. Dieci storie di musica e vita” (edito da EBS PRINT) con la partecipazione dell’autore Naby Eco Camara e del curatore Paolo Mastromo, quale testimonianza diretta dell’avventuroso percorso, umano e musicale, di un artista e griot africano che da un piccolo villaggio della Guinea arriva a Milano dove vive da 13 anni con la sua famiglia. Nella cultura di alcuni popoli dell’Africa Occidentale, il griot è un poeta e cantore che svolge il ruolo di conservare la tradizione orale degli avi e, in alcuni contesti storici pre-coloniali, aveva anche il ruolo di interprete ed ambasciatore. Con la presentazione viene offerto un buffet “africano” per i partecipanti, come occasione conviviale e occasione di condividere esperienze tra i presenti.

 

  • laboratorio intensivo di due giornate di canto, musica e danza africana all’interno del quale artisti e griot presenti al festival, metteranno a disposizione la loro esperienza e conoscenza della cultura e della tradizione africana interagendo con i partecipanti che potranno così approfondire le proprie conoscenze.